IndYbooks

Secondo il team di studiosi napoletani guidato da Isaia Sales, il fenomeno è in calo grazie alle nuove politiche di sicurezza

Un libro fresco di stampa di Mario Caligiuri racconta i rapporti dello statista scomparso 40 anni fa con il mondo degli 007 e i misteri della Repubblica

Massimo Mastrogregori racconta la vita dello statista in un volume che è già un classico della storia politica contemporanea

A fine anni '60, oltre dieci anni prima del tragico sequestro delle Br, alcuni giornali rivelavano le abitudini quotidiane del grande statista della Democrazia Cristiana. Tra queste, il passaggio mattutino a via Fani, con tanto di scorta, prima di andare "al lavoro" nei vari ministeri o nelle sedi del potere scudocrociato. Moro era già un bersaglio mobile per i malintenzionati, grazie anche alle "rivelazioni" dei giornalisti. In particolare, di quelli che lavoravano per Men, la prima rivista per "soli uomini", inventata dall'editore Saro Balsamo, assai vicino agli ambienti craxiani, che avrebbe poi sdoganato la pornografia in Italia. Le firme di Balsamo venivano dall'estrema destra. Ma altri estremisti avrebbero approfittato delle loro indicazioni...

Un dibattito in libreria su Carnefici, il libro in cui il giornalista pugliese sostiene l'ipotesi del genocidio dei meridionali dopo l'Unità

Il carteggio inedito di Enrico Guicciardi, il prefetto di ferro amico di Padula, ammirato dai calabresi e temuto dai potenti

Esce la seconda edizione del classico di Angelo Mangone, un testo onesto sullo sviluppo del Mezzogiorno, lontano dalle sirene neoborboniche

Il giornalista e studioso Giancristiano Desiderio rivede le vicende del terribile Ferragosto 1861 sulla base dei documenti d'epoca e di fonti successive, finora mai smentite, in un libro di prossima pubblicazione, di cui racconta in anteprima i contenuti salienti. I bersaglieri non sterminarono la popolazione del paese beneventano né operarono una rappresaglia per vendicare i loro commilitoni sterminati l'11 agosto dai briganti che avevano occupato il paese con l'aiuto dei suoi abitanti. Fu solo un'operazione di pubblica sicurezza. Le tesi di chi parla di sterminio, secondo lui, sono solo speculazioni a scopo politico (è il caso dei neoborbonici) o commerciale (come per i "revisionisti" antirisorgimentali). Duri i giudizi anche sul brigantaggio («Un fenomeno complesso, essenzialmente criminale») e sul legittimismo («Solo propaganda»).

Roberto Vaccari racconta la vita del generale Cialdini in maniera equilibrata, ben distante dall'acredine dei neoborbonici

Non convince il libro dedicato dal giornalista napoletano alla tragedia del Sud dopo l'Unità. Altro che eroi, furono banditi

L'IndYgesto usa i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.